Calabria

Colonie Achee

11giorni - 10 notti

Totale1499

 

 

Quali terre attraversarono i Greci giunti sulle coste del Sud Italia per fondare le antiche colonie achee? 

Quali fiumi navigarono e quali popoli incontrarono lungo le esplorazioni della nuova terra?
Immaginate di rivivere tutto questo in un’esperienza epica che, tra passato e presente, ci condurrà sulle orme degli antichi Greci in un viaggio che, partendo dalla sfarzosa città di Sybaris, arriva a Napoli, lungo rotte che attraversano luoghi millenari.

Il nostro viaggio partirà da Bari, di cui scopriremo l’antico centro storico e le sue tradizioni secolari. Ci sposteremo poi a Taranto, città dalla storia antica fondata dagli Spartani nell’ VIII secolo A.C. con il nome “Taras” e raggiungeremo Trebisacce, il cui nome deriva dalle sei vittorie (tres bis acies) che le legioni romane riportarono sull’esercito cartaginese. Dopo la sistemazione in hotel, una gustosa cena marinara concluderà la nostra giornata. Arriveremo all’area archeologica dell’opulenta Sybaris: la città-Stato (attuale Sibari) nell’Alto Ionio cosentino, fondata da coloni di stirpe achea nell’VIII sec. A.C. e divenuta in breve tempo una delle colonie più fiorenti della Magna Grecia; raggiungeremo Rossano, città dal glorioso passato bizantino, dove visiteremo la romanica Abbazia del Pathirion e vedremo il raffinatissimo Codex Purpureus Rossanensis, evangeliario miniato risalente al VI secolo, facendo tappa al museo della Liquirizia Giorgio Amareli. Visiteremo il borgo arbëreshë di Civita, tra i più belli d’Italia e viaggeremo lungo le rive del fiume Akalandros (oggi noto come Raganello). Valicheremo il Massiccio del Pollino (secondo gli antichi Greci, la dimora di Apollo). Navigheremo le acque cristalline del Fiume Lao a Laino Borgo e giungeremo infine a Praia a Mare sulle tracce di Enea sulla suggestiva spiaggia dell’Arcomagno. Arriveremo a Paestum dove ammireremo i celebri Templi, maestose testimonianze di epoca magnogreca e giungeremo, infine, a Napoli – l’antica Partenope, poi Neapolis – di cui scopriremo il suo centro antico dalla lunga e ricca storia, oggi patrimonio dell’Unesco.

 

 

Programma

Giorno 1

Inizia il Viaggio

Dopo l'arrivo in pullman o in aereo a Bari, ci aspetta il transfer che ci condurrà presso il nostro hotel. Dopo un aperitivo di benvenuto in compagnia del nostro tour leader che ci illustrerà le tappe principali del viaggio, seguirà del tempo libero da trascorrere a Bari vecchia, un luogo ricco di storia e di tradizioni popolari da scoprire tra i vicoli e le stradine del borgo antico. Potremo fare tappa alla celebre Basilica di San Nicola, grandioso esempio di romanico pugliese, alla chiesa di San Sabino in cui il rosone disegnato sul pavimento è illuminato - in alcuni periodi dell'anno - dalla luce del secondo rosone scolpito sulla facciata. Scopriremo la "Strada delle Orecchiette" dove ancora le massaie realizzano a mano la tradizionale pasta fresca e potremmo spingerci fino al lungomare per una rilassante passeggiata. Dopo questo libero tour cittadino, ceneremo in un ristorante presso il centro storico dove potremo gustare i sapori della tradizione gastronomica locale.

Hotel previsto per il giorno 1
Hotel Boston o equivalente

A cena
Borgo Antico R45 o equivalente
Programma
Pomeriggio: Arrivo a Bari e sistemazione in hotel
Free time da trascorrere a Bari vecchia
Sera: cena presso ristorante in centro storico e rientro in hotel per pernottamento

Giorno 2

La costa degli Achei

Il nostro viaggio continuerà verso Taranto, città dalla storia antica fondata dagli Spartani nell' VIII secolo A.C. con il nome "Taras" e divenuta presto uno dei più importanti centri della Magna Grecia. Visiteremo il Museo Archeologico Nazionale di Taranto, che raccoglie una grande collezione di manufatti magnogreci e i celebri e raffinati Ori di Taranto. Dopo il pranzo presso un ristorante locale, raggiungeremo il Castello di Taranto, imponente costruzione aragonese e, infine, raggiungeremo Trebisacce, il cui nome deriva dalle sei vittorie (tres bis acies) che le legioni romane riportarono sull'esercito cartaginese. Dopo la sistemazione in hotel, una gustosa cena marinara concluderà la nostra giornata.

A pranzo
La Paranza o equivalente

Hotel previsto per i giorni 2,3
Torre d'Albidona o equivalente
Programma
Mattina: partenza da Bari, arrivo a Taranto e visita al Museo Archeologico
Pranzo presso ristorante locale
Pomeriggio: visita al Castello di Taranto
Sera: Arrivo in Hotel e cena marinara preparata dallo chef Pietro Acciardi

Giorno 3

Città greche e bizantine

La prima tappa della giornata è il Parco Archeologico di Sybaris, dove vedremo le tracce dell'impianto urbano di una delle colonie più ricche e fiorenti della Magna Grecia. Attraversando i profumati aranceti della Piana di Sibari raggiungeremo Rossano, città dal glorioso passato bizantino, che emerge chiaramente dagli edifici sacri del ricco centro storico. Visiteremo la romanica Abbazia del Pathirion, dalla pavimentazione ornata da antichissime opere musive, che custodisce un autentico capolavoro d'arte e sacralità: il raffinatissimo Codex Purpureus Rossanensis, evangeliario miniato risalente al VI secolo. Dopo pranzo, il nostro pomeriggio avrà il sapore stuzzicante della liquirizia, con la visita all'antico Museo "Giorgio Amarelli", tutt'ora in funzione come stabilimento produttivo, dove vedremo da vicino le fasi di lavorazione di questo prodotto tipico della tradizione calabrese. Infine rientreremo in hotel per la cena e il pernottamento.

A pranzo
La Bizantina o equivalente
Programma
Mattina: Visita al Parco Archeologico di Sybaris e all'Abbazia del Pathirion
Pranzo in ristorante locale
Pomeriggio: visita al Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli
Sera: rientro in hotel per cena e pernottamento

Giorno 4

Verso i monti di Apollo

Lasceremo la costa ionica per raggiungere i Monti del Pollino seguendo le orme degli antichi Greci. Percorreremo la valle dell’Akalandros (attuale Raganello), un fiume un tempo potente e quasi temuto dagli antichi popoli, che nei secoli ha scavato tra le rocce uno spettacolare canyon, tra i più lunghi e profondi d'Europa. Arriveremo a Civita, borgo "Arbëreshë" (italo-albanese) annoverato dal Touring Club tra i più belli d'Italia, in cui passeggeremo alla scoperta delle "gijtonie", i tipici rioni fatti di strette stradine, scalette e sottopassi, dove potremo ammirare i tipici Comignoli e le Case Kodra, antichi retaggi architettonici che gli Arbëreshë importarono dai Balcani al loro arrivo in Italia alla fine del basso Medioevo in fuga dagli Ottomani. Non potrà mancare, poi, una tappa al celebre Ponte del Diavolo sul canyon del Raganello. Dopo il pranzo chi vorrà potrà partecipare ad un'attività opzionale per conoscere i rapaci del Pollino, con l'associazione I Setteventi del Pollino, a pochi chilometri dal borgo. La nostra giornata si concluderà con una cena musicale.

A pranzo
Agorà o equivalente

A cena
L'Oste di Arberia o equivalente

Hotel previsto per i giorni 4,5
Il Belvedere o equivalente
Programma
Mattina: partenza per Civita e visita al borgo e tour al Ponte del Diavolo
Pranzo in ristorante locale
Pomeriggio: tempo libero e attività opzionali
Cena musicale

Giorno 5

Una montagna tra due mari

Dopo una ricca prima colazione ci aspetta un percorso di trekking che ci condurrà sulle vette del Monte Sellaro, da cui si gode di una vista panoramica sul Massiccio del Pollino e la costa ionica. Dopo il pranzo a sacco, raggiunto il costone orientale del monte, visiteremo il Santuario di origine bizantina di Santa Maria delle Armi: il nome del complesso non ha nulla a che fare con le armi, pare infatti derivare dal greco (Tōn armōn), ossia "delle grotte", con riferimento alla presenza di alcuni storici e mistici siti rupestri che secoli fa furono abitati da monaci bizantini. Ritorneremo a Civita dove è prevista una cena a base dei prodotti tipici della cucina etnica arbëreshë.

A cena
Kamastra o equivalente
Programma
Mattina: trekking sul Monte Sellaro
Pranzo a sacco
Pomeriggio: visita al Santuario di Santa Maria delle Armi
Sera: rientro a Civita e cena etnica

Giorno 6

La grande traversata del Pollino

Quest'oggi torneremo sui passi degli antichi Greci che attraversarono queste terre ancora oggi incontaminate sulla via per il Mar Tirreno. Lungo il cammino scopriremo la grande varietà della vegetazione locale caratterizzata da una grande varietà di piante ed erbe officinali. Comprenderemo, quindi, perché il Massiccio del Pollino fu chiamato dagli Achei "il monte di Apollo", dio del Sole e della Medicina. Al termine dell’escursione ci attende il transfer per il nostro hotel, dove ci aspetta una gustosa cena.

Hotel previsto per i giorni 6,7
Al Verneto o equivalente
Programma
Mattina: escursione attraverso la grande porta del Pollino
Pranzo a sacco
Pomeriggio: transfer per Laino Borgo
Sera: transfer in agriturismo per cena e pernottamento

Giorno 7

Vie di acqua e di terra

La nostra giornata sarà dedicata al canyoning lungo il Torrente Jannello nel Parco Nazionale del Pollino, attraversando a piedi, con adeguate imbracature, il corso d’acqua tra cascate, laghetti e ruscelli: un'attività dinamica in totale contatto con un ecosistema incontaminato, dove l'incontro tra acqua e roccia dà vita ad un ambiente molto particolare e suggestivo. Anche questa attività ci riporta in una dimensione arcaica e avventurosa lungo i percorsi che gli antichi popoli, prima di noi, hanno percorso attraversando queste terre. Al termine, pranzeremo in un ristorante locale e, a seguire free time e rientro in hotel per cena.

A pranzo
Chiar di Luna o equivalente
Programma
Mattina: canyoning sul Torrente Jannello
Pranzo in ristorante locale
Pomeriggio: tempo libero
Cena in agriturismo

Giorno 8

La discesa del fiume Lao

Dopo colazione partiremo alla volta del fiume Lao, corso d’acqua simbolo del Pollino, solcato e conosciuto fin dall’antichità da popolazioni che si sono succedute nei secoli. Ancora una volta i nostri passi si mescolano a quelli degli antichi Greci su un territorio che sicuramente conoscevano e frequentavano: secondo alcuni rinvenimenti, infatti, proprio sulle sponde del fiume Lao questo popolo dovette edificare una cittadina intorno al VI secolo a.C., scegliendo il sito per la vicinanza all’acqua e per la natura rigogliosa circostante. L'esperienza del rafting Stop & Go ci attende con un percorso che va da Laino Borgo a Laino Castello, su un tratto fluviale antichissimo dove vivremo momenti carichi di adrenalina e di emozioni, immersi in un contesto naturalistico più unico che raro. Pranzeremo poi, proprio sulla riva del fiume tra i suoni, i colori e le atmosfere rigeneranti della natura. Nel pomeriggio, prima di lasciare i monti di Apollo, visiteremo l'antica grotta del Romito, sito risalente alla Preistoria, che ospita il celebre graffito del Bos Primigenius e partiremo per Praia a Mare dove arriveremo in hotel per sistemazione e cena.

A pranzo
Lao River Camp o equivalente

Hotel previsto per i giorni 8,9
Garden o equivalente
Programma
Mattina: rafting sul Fiume Lao
Pranzo in agriturismo
Pomeriggio: visita alla Grotta del Romito
Sera: partenza per Praia a Mare e arrivo in hotel per cena e pernottamento

Giorno 9

Da Sybaris a Laos

Finalmente giunti sulle coste del Mar Tirreno, intraprenderemo un breve percorso di trekking lungo un sentiero scavato nella roccia che ci condurrà presso un suggestivo punto panoramico per poi oltrepassare l'imponente Arco di Enea. Secondo la leggenda l'eroe troiano, fuggito dalla sua città, toccò questo luogo nel corso del suo lungo pellegrinaggio: ecco perché questo piccolo tratto di costa è conosciuto anche come Spiaggia di Enea e il magnifico arco naturale che la sovrasta è chiamato Arco di Enea. Una volta giunti sulla spiaggia ci imbarcheremo su una motonave che ci condurrà alla scoperta dell'isola Dino, una piccola perla dalla bellezza selvaggia, che emerge di fronte il borgo di Praia a Mare, ricca di insenature e grotte suggestive. Dopo l'escursione è previsto il pranzo in ristorante e chi lo desidera potrà prenotare una visita presso il Museo del Cedro o a Diamante, città dei murales. In serata faremo ritorno in hotel per cena e pernottamento.

A pranzo
Lao River Camp o equivalente
Programma
Mattina: trekking Spiaggia dell'Arcomagno e gita in barca all'Isola di Dino
Pranzo in osteria
Pomeriggio - Free time
Rientro in struttura per cena e pernottamento

Giorno 10

Poseidonia e Neapolis

Ci prepareremo a lasciare le coste calabresi per raggiungere quelle partenopee. Intraprenderemo il nostro viaggio verso Napoli e, lungo il tragitto, faremo una sosta a Paestum, antica Poseidonia, dove visiteremo l'Area Archeologica che ospita i celebri templi, imponenti testimonianze di epoca magnogreca. Dopo il pranzo, a base di prodotti locali, presso un'azienda agricola raggiungeremo il nostro hotel a Napoli. Nel pomeriggio avremo del tempo libero da dedicare alla scoperta del centro storico cittadino e - su richiesta - sarà possibile prenotare un tour con l'associazione "Le Capere". In serata è prevista cena libera e rientro in hotel.

A pranzo
Azienda Agricola Il Tempio o equivalente

Hotel previsto per il giorno 10
Napolart o equivalente
Programma
Mattina: partenza e visita ai Templi di Paestum
Pranzo in azienda agricola
Pomeriggio: arrivo a Napoli, sistemazione in hotel e free time
Cena libera


Giorno 11

Fine del Viaggio

Dopo la colazione, ci saluteremo e i nostri ospiti potranno recarsi presso l'aeroporto o la stazione ferroviaria per raggiungere la propria destinazione d'arrivo. Su richiesta è possibile prenotare il transfert Autoservizi Marino.
Programma
Mattina: colazione e saluti finali
possibilità di raggiungere aeroporto/stazione con transfer
it_ITItaliano